Categoria: VIAGGI

I 5 CASTELLI PIU’ ROMANTICI DOVE DORMIRE<span class= No ratings yet. " />

I 5 CASTELLI PIU’ ROMANTICI DOVE DORMIRE No ratings yet.

Fin da piccola sono stata un’eterna sognatrice, una romantica senza uguali. Una delle cose che mi sono mantenuta crescendo e con il passare degli anni è proprio questa: saper ancora sognare ad occhi aperti, e sentirmi una principessa di altri tempi.

Per intenderci, quelle che passeggiavano con gli ombrellini sotto il sole con abiti preziosi ed importanti e acconciature da fiaba.

Ora, tornando alla realtà dei giorni nostri, ci è mancato poco che mi scoppiasse il cuore di felicità nel scoprire che ci sono dei castelli italiane in cui è possibile soggiornare, per sentirsi veramente una principessa.

Quindi, se anche voi siete state colpite da questa strana sindrome principesca o volete allontanarvi per un weekend romantico lontano da tutto e tutti, ecco i 5 castelli italiani più romantici.

Castelletto di Montebenichi

Risultati immagini per CASTELLETTO DI MONTEBENICHI

Un piccolo castello situato a metà strada fra Arezzo e Siena, nelle piene colline del Chianti, a due passi dalle campagne di Montepulciano e Montalcino, che meritano sicuramente una visita, specialmente se siete appassionati di vino. Il castelletto di Montebenichi colpisce subito per la sua lussuosità, il suo sfarzo che si rispecchia anche nelle camere deluxe e nelle suite.

Immagine correlata

Immagine correlata

Castello della Castelluccia

Risultati immagini per castello della castelluccia

Dal nome molto simpatico, che sembra quasi uno scioglilingua, questo castello vicino Roma sorge sulle rovine di un’antica villa romana ed è circondato da meravigliosi giardini. Fin dai tempi antichi, era conosciuto per essere un ottimo albergo che ospitava i viandanti in viaggio verso Roma. Ai giorni d’oggi, ha mantenuto la sua ospitalità di allora, con ovviamente il valore aggiunto di qualche confort in più.

Risultati immagini per castello della castelluccia

Immagine correlata

Castello Bevilacqua

Risultati immagini per castello bevilacqua

Questo castello sorge appena fuori Verona. Ha origini molto antiche; basti pensare che era stato costruito intorno al 300 per difendersi dalle signorie confinanti. Oggi mantiene intatta la sua maestosità, ma è diventato un meraviglioso relais di prestigio, punto cardine per i viaggiatori che vogliono visitare le vicine Mantova, Verona e il lago di Garda.

Immagine correlata

Castello di San Marco

Risultati immagini per castello di san marco taormina

Ci troviamo vicino a Taormina, al vulcano Etna e alle gole rocciose del fiume Alcantara e già solo questo scenario varrebbe il prezzo del biglietto. E’ proprio qui che, ad impreziosire ancora di più questo territorio, si erge questa dimora barocca risalente alla fine del 600. Qui possiamo trovare spa, relax e benessere e venire deliziati dai piatti dalla presenza di grandi chef.

Immagine correlata

Risultati immagini per castello di san marco camere

Castello di Sinio

Immagine correlata

Ci troviamo nelle piene Langhe, nella terra dei vini, del Barolo e del Barbaresco. Qui troviamo il Castello di Sinio, dove poter avere l’onore di soggiornare in una dimora del 1142 del Marchese del Carretto.

Questo castello rientra nelle maison da favola e fa parte dei 10 migliori hotel castello del mondo.

Risultati immagini per castello di sinio camere

Risultati immagini per castello di sinio camere

Che ne dite, vale la pena venire a farci un weekend? 🙂

Se siete interessati a viaggi come questo (anche gluten-free) contattatemi! Mi occuperò di tutto io e vi programmerò in ogni minimo dettaglio la vostra vacanza! Voi dovrete solo pensare alle valigie!! Per info scrivetemi a info@fantasiaceliaca.it o usate il form sottostante:

 

 

 

 

 

 

Please rate this

 
LE METE DA VISITARE ASSOLUTAMENTE NEL 2018!<span class= No ratings yet. " />

LE METE DA VISITARE ASSOLUTAMENTE NEL 2018! No ratings yet.

Giunti a questo momento dell’anno, sono sicura che non sono l’unica al mondo a pensare a qualche gita fuori porta o, meglio ancora, alle vacanze estive.

In questi mesi, non è la prima volta che mi capita, mi sorprendo se mi soffermo a pensare a quanto veloce passa il tempo; sembra ieri che stavo rimpiangendo le vacanze estive ormai finite, che eccomi qui a programmare già le prossime.

Sarà che ogni giorno lo passo a 300 all’ora, con la mente che viaggia, pensa, sperimenta, che talvolta non mi fermo a pensare al presente!

Voglio quindi lasciarvi qualche spunto per un weekend diverso dalla solita routine o qualche spunto per le prossime vacanze estive. Sono mete davvero per ogni esigenza e necessità; mettetevi comodi e godetevi questi piccoli consigli di viaggio.

Non vi preoccupatevi per la vostra intolleranza perché con piccoli, piccolissimi accorgimenti riuscirete a vivervi serenamente la vostra vacanza.

Ecco quindi le mete più gettonate per questo 2018:

  • LA VALLETTA: proclamata capitale europea della cultura per il 2018, La Valletta è da sempre considerata una delle mete preferite per i giovani. Patrimonio dell’Unesco, è una città dal fascino cosmopolita e soprattutto dai prezzi super abbordabili.
  • Risultati immagini per LA VALLETTA
  • MATERA: Fantastica città della Basilicata, soprannominata la città dei Sassi, per la sua storia antica e il suo panorama suggestivo e mozzafiato.

Risultati immagini per MATERA

  • SIVIGLIA: diventata meta must soprattutto negli ultimi anni, dall’invidiabile patrimonio artistico e culturale.

Risultati immagini per siviglia

  • CANBERRA: Capitale dell’Australia che in questi ultimi anni ha avuto una crescita turistica incredibile. Anche per questo motivo, nel 2018, sono previsti davvero moltissimi incontri ed eventi culturali molto interessanti.

Risultati immagini per canberra

  • REGNO UNITO: è una meta super gettonata e sempre evergreen, indispensabile per chi non l’ha ancora visitato. Una meta tra tutte, sicuramente Londra, con il suo carattere capriccioso e regale. Ve ne innamorerete! Per chi invece avesse già fatto tappa nella capitale, vi consiglio Yorkshire, Scozia e Cornovaglia.

Risultati immagini per regno unito

  • OSLO: città all’apparenza fredda ma molto ricca di eventi. La capitale Norvegese, sempre molto viva, quest’anno lo è ancora di più, grazie ai vari festeggiamenti per l’anniversario di matrimonio dei sovrani. Insomma, se avete anche solo una piccola idea di visitare Oslo, quest’anno è sicuramente l’anno giusto.

Immagine correlata

  • LANZAROTE: beh, alcune mete parlano davvero da sole, non c’è bisogno di tante spiegazioni o tanti preamboli. Lanzarote è uno dei principali gioielli delle Canarie. Qui possiamo trovare ottimo cibo, divertimento e prezzi molto bassi.

Risultati immagini per lanzarote

  • LA PAZ: anche questa città della Bolivia è una delle mete più quotate per questo 2018. Sarà per l’ottimo cibo e le sue specialità culinaria, sarà per i prezzi top o per i suoi paesaggi davvero pittoreschi, ma merita davvero una visita.

Risultati immagini per la paz

  • POLONIA: se siete amanti delle città, la Polonia merita il suo posticino riservato sul calendario. Città come Cracovia, Varsavia e Danzica non possono passare inosservate.

Risultati immagini per polonia

Risultati immagini per polonia

  • PORTOGALLO: meta super ambita e rivalutata in questi ultimi anni per il clima, le attrazioni, ma soprattutto per il costo della vita davvero molto basso. Paesaggi mozzafiato che si perdono nell’Oceano, con un clima perennemente mite e piacevole. Paesaggi usciti da una favola, per farvi staccare dalla quotidianità frenetica.Risultati immagini per portogallo

Risultati immagini per portogallo

 

VOLETE ORGANIZZARE UNO DI QUESTI VIAGGI?

Scivetemi a info@fantasiaceliaca.it o usate il form sottostante. Vi preparerò un tour dettagliato in ogni particolare, dai posti da visitare, a dove dormire, a dove e cosa mangiare (anche glutenfree!)

 

Please rate this

 
IN VIAGGIO SENZA GLUTINE: consigli per viaggiare senza pensieri<span class= No ratings yet. " />

IN VIAGGIO SENZA GLUTINE: consigli per viaggiare senza pensieri No ratings yet.

E’ da poco finito il Natale e tutte le sue feste, che già iniziamo ad assaporare aria primaverile. C’è chi sta pensando a programmare i prossimi giorni di vacanza, tra Pasqua e ponti, e chi addirittura pensa già alle prossime vacanze estive.

Tutto molto bello, ma per chi è celiaco, soprattutto se all’inizio, sa benissimo che ci vuole un attimo di organizzazione in più per potersi godere le vacanze in modo sereno e spensierato.

Qui di seguito, quindi, ho pensato di lasciarvi alcuni miei piccoli consigli, super collaudati e approvati, per poter vivere una vacanza serena senza rinunce.

Innanzitutto, la prima grande distinzione che mi sento di fare è Vacanza in Italia VS Vacanza all’Estero.

VACANZA IN ITALIA:

La prima cosa da fare per organizzare una vacanza in Italia, dove aver scelto la località è affidarsi AIC Fuori Casa; sia il sito che la APP sono davvero molto ben fatte e riuscirete a capire in modo molto intuitivo e veloce se e quanti locali e strutture senza glutine sono presenti in zona.

Se nella località scelta non ci sono Hotel senza glutine, niente panico! Se la vostra intenzione è quella comunque di soggiornare in hotel, niente paura… Prenotate l’hotel che più vi piace e contattate la direzione per avvisare della vostra intolleranza.

Nella maggior parte dei casi, troverete persone ben disponibili ad aiutarvi fornendovi tutti i prodotti dedicati.

Vi consiglio, inoltre, una volta arrivati a destinazione di farlo presente sia alla reception che al direttore di sala che vi guiderà fra i prodotti concessi o vi preparerà un menù dedicato.

Spesso, poi, avrete la possibilità di parlare direttamente con il cuoco.. Una persona preparata sulla vostra intolleranza che presterà ancora più attenzione.

Io in questo modo non ho mai avuto problemi, ho trovato sempre persone molto gentili e preparate anche se non facenti parte del circuito AIC.

Ad ogni modo, per sicurezza, io vi consiglio di mettere in valigia qualche prodotto “salva-vita” … Non si sa mai!

Non dimenticate di chiedere comunque alla struttura che vi ospiterà, se ha necessità di avere a parte vostra dei prodotti senza glutine, per la colazione o per i pasti… In questo modo, oltre a mangiare prodotti già testati da voi e di vostro gradimento, solleverete le strutture più restie.

Qualora, invece, la struttura non volesse collaborare o per mancanza di fiducia da parte vostra, potete sempre optare per soggiornare in una casa vacanza.

In questo modo, avendo l’angolo cottura, potrete sbizzarrirvi come meglio credere!

Quando decido di affidarmi a questo tipo di vacanza, sono abituata a portarmi sempre una buona dose della dispensa dietro… Potete comunque documentarvi se vicino all vostra casa vacanza ci sono farmacie o supermercati con prodotti senza glutine… Documentatevi prima! Si sa che in vacanza si cerca di fare il minimo sforzo con la massima resa… Meglio lavorare di anticipo! 😉

 

VACANZA ALL’ESTERO:

Le regole da seguire per vivere in modo sereno una vacanza all’estero, sono pressoché le medesime, ma con qualche accortezza in più.

Quindi, alle regole di cui vi ho parlato prima c’è da aggiungere:

– Se non sapete la lingua di dove vi recherete, preparatevi un discorso scritto dove elencate la vostra intolleranza e i prodotti che dovete evitare;

– informatevi se nel paese dove vi recherete esiste un’associazione celiaci come qui in Italia. In questo caso sarà molto più semplice trovare consigli su dove andare a mangiare senza problemi;

– Molte compagnie aeree come per esempio Alitalia offrono a bordo pasti o snack senza glutine. Ricordatevi di farlo presente al momento della prenotazione… È un servizio che ho provato io in prima persona e vi garantisco che funziona alla grande! 💪🏻

– Nonostante le compagnie aeree siano a vostra disposizione, ricordatevi di infilare nel vostro bagaglio a mano qualche snack senza glutine aggiuntivo.. Tuo is megl che one, diceva una  vecchia pubblicità 😂

– Ricordatevi di destinare una parte della vostra valigia con prodotti senza glutine, dal pane ai prodotti per la colazione. Sempre meglio avere una buona scorta! In questo caso comincerete la vostra vacanza in pieno relax, senza bisogno di andare da subito a fare la spesa!

– Informatevi sui prodotti tipici del luogo e cercate la versione GlutenFree… Quasi sempre, soprattutto sui prodotti tipici, si adoperano per farli anche senza glutine… Non rinunciamo a scoprire prodotti e sapori nuovi solo perché siamo celiaci… Non mi stancherò mai di dirlo: intolleranza non significa limitazione!

 

È sufficiente qualche preparativo prima della partenza e potrete andare in vacanza in assoluta spensieratezza!

Informatevi con precisione su quali alimenti potete mangiare e quali dovete evitare.
In ogni scegliere solo tipi che non debbano

Please rate this

 
TORINO: Una città tra mistero e cioccolato 🍫<span class= No ratings yet. " />

TORINO: Una città tra mistero e cioccolato 🍫 No ratings yet.

 

Torino è sicuramente la città più misteriosa ed enigmatica d’Italia. La si può immaginare come una vecchia signora per certi versi anche bisbetica ma con una storia segreta impensabile; al di là del suo lungo mantello grigio e cupo, è capace di farvi innamorare perdutamente grazie al suo irresistibile fascino enigmatico.

Non per niente è la città d’Italia più conosciuta per la sua tradizione di magia e occultismo; per gli esoteristi, la magia positiva di Torino nasce dal cosiddetto “cuore bianco” di Piazza Castello, dalla Sacra Sindone e dalla Mole Antonelliana che indica il cielo e sovrasta sovrana sulla città.

 

Tra tutte le città che ho visitato è proprio qui che ho trovato più locali senza glutine; è una città molto attenta a questo tipo di intolleranza ed ogni zona e ogni quartiere è ben servita con bar, locali e ristoranti gluten-free (presto sul blog, ve ne parlerò, state tranquilli!)

Per quanto le cose da visitare siano davvero tante, sono molto circoscritte, tanto è vero che potrete visitarle tranquillamente facendovi una piacevole passeggiata sotto i portici e fermandovi qua e là in qualche bar!

Vi consiglio di iniziare il Vostro Tour dalla famosa Via Roma, il cuore vivo del centro della città; fino a qualche anno fa, fare shopping per questa via era davvero impossibile, perché i negozi erano tutti di alta moda. Ora la rotta è un po’ cambiata; non solo Louis Vuitton, Hermes & Co., ma anche negozi più alla portata come Zara, H&M, Bershka, dove potrete sbizzarrirvi nello shopping più sfrenato.

Oltre ad alcuni negozi storici come appunto Louis Vuitton, i negozi più IN si sono spostati nella via parallela, in Via Langrange, dove vi sembrerà per un secondo di essere in Via Condotti a Roma.

Tra un negozio e l’altro arriverete al Museo Egizio, ristrutturato completamente solo un paio di anni fa. E’ il secondo al mondo come importanza, e una visita lo merita anche se il biglietto è un mezzo salasso ☹

Usciti dal Museo Egizio, una tappa obbligatoria è l’antica cioccolateria Guido Gobino, uno dei mastri cioccolai più importanti di tutta Torino. I tempi di attesa per gustare una cioccolata calda sono circa 20-30 minuti, ma è un’esperienza a cui non dovete rinunciare. Vi consiglio la classica cioccolata calda con panna; ve ne innamorerete a tal punto che vorrete pulire la tazza con la lingua tanto è buona! 😊

In alternativa, se volete spendere un intero stipendio ma sentirvi una principessa in una bellissima sala da thè storica per 10 minuti, vi consiglio Caffè Torino, in Piazza San Carlo.

Prima di arrivare alla famosa Piazza Castello, sempre arricchita di giocolieri e artisti di strada, vi consiglio di passare per Piazza Carignano, un piccolo gioiello barocco in pieno centro. Essendo leggermente spostata dal traffico della città, rimane una piazza molto intima e riservata, con una forte quanto magica influenza barocca, grazie al Teatro Carignano, che dà il nome alla piazza e il ristorante storico e stellato Il Cambio.

Piazza Castello è sicuramente una delle mie piazze preferite di Torino, insieme alla più giovane e viva Piazza Vittorio.

Se in Piazza Castello, infatti, non è strano trovare giocolieri ed artisti di strada che si susseguono fino in Via Garibaldi, Piazza Vittorio è una di quelle piazze sempre vive, sempre giovani e sempre accese. Quest’ultima, infatti, è il luogo preferito e di incontro della gioventù torinese, insieme ai più estivi Murazzi (locali a ridotto del fiume Po), con l’imbarazzo della scelta del locale dove passare la serata.

Ed anche lo scenario è davvero mozzafiato, con la Gran Madre che regna sovrana. Insomma, vale la pena passarci per poter far parte di uno scenario da cartolina.

Un’altra tappa d’obbligo è sicuramente la parte di San Salvario, zona in auge da qualche anno a questa parte grazie alla movida giovane e accesa, non prima senza passare per il Duomo e fare siesta all’Antica Caffetteria Bicerin, per venire catapultati in un’altra epoca e assaporare il vero Bicerin Piemontese.

Spostandosi verso Via Po e la zona universitaria, non potrà mancare di regnare sovrana la Mole Antonelliana dove, se avrete pazienza di aspettare e farvi un po’ di coda, vi divertirete come matti al Museo Nazionale del Cinema, considerato uno dei musei più importanti al mondo per la ricchezza del patrimonio cinematografico che custodisce.

Queste sono solo alcune delle meraviglie di Torino, l’itinerario che vi consiglio di fare se avete a disposizione poco tempo, con tutte quelle cose che non potete assolutamente perdere.

Fatemi sapere se avete già visitato Torino, se vi è piaciuta e se avete avuto modo di apprezzare posti che non ho citato… ☺️

Presto, arriverà una breve e golosa guida sui posti migliori di Torino dove andare a mangiare o a gustarvi una buona merenda… 👍🏻

 

Please rate this

 
CINQUE TERRE: Itinerario per un weekend romantico<span class= No ratings yet. " />

CINQUE TERRE: Itinerario per un weekend romantico No ratings yet.

Indiscutibilmente le Cinque Terre sono tra le mete più romantiche d’Italia; non per caso, infatti, vengono definite il Golfo dei Poeti, perchè proprio in esse, i migliori poeti trovavano ispirazione.

Spesso ci viene chiesto quanti giorni sono necessari per visitarla al meglio; noi ci siamo stati un weekend ed è stato perfetto! Ovvio, in quei due giorni abbiamo visitato tanto e goduto delle vari panorami, senza però lasciare spazio ad altro… Ma in fondo, alle Cinque Terre, la cosa davvero importante è lasciarsi catturare dalle sue meraviglie piuttosto che rilassarsi in spiaggia.

Innanzitutto, la cosa fondamentale è dimenticarsi dell’auto… Siamo in un Parco Nazionale Patrimonio dell’UNESCO e non c’è niente di meglio che godere a stare a contatto con la natura a 360°

 

Ci sono dei percorsi a piedi, chiamato Sentiero Azzurro, per i più temerari e i più sportivi, dove potrete raggiungere le diverse mete via terra, altrimenti, per chi è un pò più pigro come noi, potrà optare per la via mare.

E’ possibile, infatti, fare un abbonamento in cui saranno compresi i vari spostamenti con i traghetti.

Riomaggiore:

E’ la prima delle 5 Terre, dal lato de La Spezia. La sua caratteristica principale è che sembra un presepe, così incastonata fra due colline a strapiombo sul mare e con le sue tipiche casette colorate.

La particolarità di queste casette è che hanno, fin dal 1500, tutte una doppia entrata; una sulla facciata, l’altra sul retro, per consentire una rapida fuga in caso di invasioni saracene.

E’ qui che ha inizio la Via dell’Amore, un romanticissimo sentiero scavato nella roccia che consuce fino a Manarola.

Riomaggiore è sicuramente un paese all’apparenza timido che dà poca confidenza e che si fa scoprire poco alla volta, ma che ti entra nel cuore per le sue bellezze.

Manarola:

Manarola la possiamo definire senza dubbio un bellissimo quadro, con case dai colori tenui che sembrano essere il prolungamento della stretta scogliera.

Il suo nome deriva da Magna Roea, ovvero una grande ruota di un mulino ad acqua. Ancora oggi, infatti, si possono ammirare vecchi mulini o frantoi.

Se Riomaggiore la possiamo definire timida, Manarola è sicuramente fiera ed altezzosa, sicura del fatto suo e della sua bellezza.

Sulla parte alta della città si erige la Chiesa di San Lorenzo e il Campanile Bianco, una volta torre di avvistamento e di controllo.

Per chi avesse tempo di rilassarsi in spiaggia, qui ci sono dei piccoli angoli di paradiso con panorami mozzafiato che vi conquisteranno sicuramente!

Corniglia:

Antico borgo romano, Corniglia si trova su un’imponente scogliera di quasi 100 metri ed è l’unico dei 5 paesi a non essere accessibile dal mare.

Bisogna, infatti, salire la Lardarina, una scalinata di mattoni di ben 377 gradini.

Corniglia è paragonabile ad un prezioso gioiello grezzo, ricco di piccole e strette vie ricavate nella roccia.

Anche qui è possibile rilassarsi nel cosiddetto Spiaggione, una bellissima spiaggia di ciottoli.

Vernazza:

Vernazza è un magico, antico e caratteristico borgo medioevale, considerato uno dei 100 borghi più belli d’Italia.

 

Monterosso:

Monterosso è la terra che il premio Nobel Eugenio Montale ha tanto amato. Il paese mantiene intatta la sua antica tradizione di pescatori e ha un’aria magica.

Qui possiamo trovare la Villa Liberty della Famiglia Montale e diverse spiagge, essendo la terra più ampia.

La via dell’Amore:

La Via dell’Amore fa parte del Sentiero Azzurro ed è lunga circa 1 Km. Chiamata così perchè molto suggestiva e romantica, è il sentiero dove le coppiette si danno appuntamento.

Ora, a causa di una frana di qualche anno fa, è agibile solo più un pezzo di sentiero, ma ne vale comunque la pena.

Portovenere:

Erroneamente, forse anche per la sua bellezza, si pensa che Portovenere faccia parte delle 5 Terre.

In realtà non è una delle 5 terre, ma é stata inserita anch’essa nel patrimonio dell’UNESCO per la sua bellezza e perché facente parte del parco Nazionale delle Cinque Terre.

È una delle mete più visitate è più gettonate proprio per la sua bellezza e per essere un borgo estremamente romantico.

Cosa mangiare (anche senza glutine)?

La cucina delle 5 Terre è sicuramente una cucina composta da piatti essenziali e semplici. Il piatto principe è sicuramente il pesce, sia fritto che al forno.

Tutti i piatti sono poi arricchiti con erbe aromatiche, tipiche di queste zone, come per esempio la maggiorana, l’origano, il timo.

Da non dimenticare poi il meraviglioso e profumatissimo basilico, da comprare sotto forma di erba aromatica o, meglio ancora, di pesto! e la meravigliosa e tipica focaccia e la farinata.

Vi consiglio di pasteggiare con del vino bianco locale, molto buono e di finire il pasto con il Sciachetrà, un passito che ci invidiano in tutto il mondo.

Per noi celiaci ci sono davvero tantissime soluzioni, senza rinunciare ad assaggiare i piatti locali tipici.

Ormai, in quasi tutti i paesi delle 5 Terre, potrete trovare tantissimi negozietti o localini preparati sulla celiachia, con diverse proposte deliziose.

Pensate che non mi sono fatta mancare nulla… Dalla focaccia, ai secondi a base di pesce alle favolose farinate semplici o condite con lardo, pesto e formaggi… Una vera squisitezza! ?

Voi siete già stati in questo piccolo angolo di paradiso? ?

Raccontateci la vostra esperienza! ✨

 

 

 

Please rate this

 
BEDDA SICILIA: il nostro tour<span class= No ratings yet. " />

BEDDA SICILIA: il nostro tour No ratings yet.

Per tanto, troppo tempo abbiamo aspettato il momento giusto per fare questo viaggio. Volevamo che fosse come ce lo siamo sempre sognato e devo ammettere che alla fine è stato molto diverso dalle aspettative… Molto ma molto meglio!

Abbiamo sempre amato i viaggi all’avventura, in auto, caricato due cose e partiti per mete lontane, e così neanche stavolta siamo da meno.

Dopo 12 ore di sola autostrada e diciamocelo, ben pochi paesaggi, arriviamo alla punta della Calabria, per l’imbarco per Messina. E qui, ci troviamo davanti il nostro premio per aver visto per tante ore solo tanto asfalto.

Lo spettacolo di vedere la costa siciliana divisa solo da una lingua di mare è uno spettacolo mozzafiato.

IMG_3813.JPG

Arrivati a Messina, inizia il nostro tour siciliano che durerà due settimane.

IMG_3815.JPG

Taormina

Grazie alla sua posizione sul mare ed alle sue bellezze, è sicuramente una delle mete più visitate dell’Isola. Luogo di grandissimo fascino e bellezza, Taormina è stata in grado di sedurre nel migliore dei modi poeti e scrittori, di ogni tempo.

IMG_3878.JPG

Sicuramente uno dei monumenti simbolo di questa affascinante quanto colorata città è il Teatro Romano, secondo più grande dell’isola, che sorge su un promontorio spettacolare. Proprio in questo magnifico panorama dove da una parte troviamo la costa calabra e dall’altra la costa ionica siciliana, con l’Etna sullo sfondo, venivano rappresentate le migliori ambientazioni drammatiche e musicali. Ancora oggi, comunque, ospita diverse personalità dello spettacolo e della musica per potervi regalare un’atmosfera magica.

Ma Taormina è anche colore e cibo e lo rappresenta molto bene soprattutto con la frutta martorana o marzapane. Nulla a togliere a nessuno, ma come ho mangiato il marzapane a Taormina, non l’ho più mangiato… 🙂

IMG_3864.JPG

Etna

Non si può non venire in Sicilia e non fare una capatina all’Etna, o ‘a muntagna, così come lo chiamano i siciliani. Entrato a far parte del Patrimonio dell’UNESCO dal 2013, regala uno spettacolo mozzafiato ed irripetibile. Qui ho davvero avuto la sensazione di quanto potente e sovrana sia la natura.

IMG_3892.JPG

Nella foto qui in basso, potete notare che disastro ha fatto la lava incandescente arrivando fino alle prime abitazioni, per fortuna, lasciandola quasi incolume.

IMG_3904.JPG

IMG_3902.JPG

Catania

Catania è una delle città d’arte della Sicilia che ti entra nel cuore. E’ situata ai piedi dell’Etna e ti lascia fin da subito affascinato e a bocca aperta per il suo stile barocco.

La via più conosciuta è sicuramente Via Etna, dove verrete invasi di negozietti e bar con dehors, dove potrete rinfrescarvi con un ottima granita (io vi consiglio quella alla mandorla!) prima di arrivare alla famosa Piazza dell’Elefante e al Duomo.

IMG_3908.JPG

IMG_3914.JPG

Siracusa

Siracusa e il suo quartier generale Ortigia, famoso per essere il centro e il punto cardine della città, è sicuramente una delle città in cui ho visto più caos, ma è anche una delle poche città in cui ti sembra di vivere in un dipinto tanto è bella.

IMG_3923.JPG

I suoi monumenti di un bianco candito e le sue pavimentazioni in marmo la rendono unica nel suo genere.

Siracusa è anche la città di Archimede, e una leggenda vuole che un centurione romano, vedendo un mendicante vestito di stracci in piazza a Siracusa, iniziò a deriderlo per poi ucciderlo. Il mendicante era proprio Archimede.

IMG_3922.JPG

Agrigento

Beh, Agrigento meriterebbe un articolo a parte. Fin da piccola sognavo di poter visitare questa città e potermi immergere nel periodo greco. Finalmente l’ho potuto fare… 🙂

Ero talmente contenta che, quando siamo andati a visitare la Valle dei Templi, non sentivo neanche il caldo torrido che mi batteva in testa… Mi sembrava semplicemente un sogno.

 

20160812_105142.jpgIMG_4035.JPGIMG_4017.JPG

IMG_3984.JPG

Passando di qui, impossibile non fermarsi almeno per un bagno alla Scala dei Turchi, una spiaggia formata da una parete rocciosa a strati completamente bianca che crea un fantastico effetto cromatico con il blu del cielo e del mare.

La Scala dei Turchi

IMG_4051

Uno dei posti più suggestivi che abbia mai visto in vita mia. Si tratta di una parete di marna bianca a strapiombo sul mare.

Il contrasto del bianco della parete con il blu intenso del mare con le sue mille sfumature è qualcosa che ti toglie il fiato.

IMG_4059.JPG

IMG_4046.JPG

IMG_4064.JPG

Noto

Forse pochi conoscono questa cittadina, ma Noto è il primo comune siciliano e il quarto italiano per estensione territoriale.

Il suo nome lo deve all’influenza araba che decise di dargli proprio questo nome per contraddistinguerla per la sua bellezza ed importanza.

IMG_3947.JPG

 

IMG_3951.JPG

La riserva dello zingaro

Per arrivare abbiamo dovuto fare un bel pò di strada e le aspettative erano tante. Dopo parecchia strada anche a piedi in cui siamo dovuti scendere in mezzo ad un sentiero ci ritroviamo davanti a questa meraviglia.

Purtroppo il tempo non era dei migliori, ma ce lo siamo goduti davvero molto, in una caletta riservata in cui regnava la pace, il silenzio e la tranquillità.

IMG_4190

IMG_4191

IMG_4203

IMG_4205

San Vito Lo Capo

Beh, come non citare questa bellissima località siciliana.

Qui ci abbiamo trascorso una settimana ed una settimana ci servirebbe per raccontare tutte le bellezze naturali e culinarie che ha!!

IMG_4222.JPG

Di San Vito te ne innamori, la sua gente la adori!

Oltre alla Riserva dello Zingaro, di cui vi ho parlato prima, San Vito la si può apprezzare per il clima sempre festoso e giovanile, ma anche per la propria cucina, con la sua forte influenza araba e il suo rinomato couscous.

Qui a San Vito abbiamo mangiato i cannoli più buoni di tutta la Sicilia…

Ma questa è un’altra storia e ve ne parlerò in un altro momento!

Se avete domande, curiosità o dubbi sul viaggio in Sicilia o se dovete partire fra poco e volete qualche consiglio, contattatemi scrivendomi a fantasiaceliaca@gmail.com o usa il form sottostante:

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Please rate this