Speciale Carnevale: CASTAGNOLE SENZA GLUTINE E LATTOSIO – Belli Freschi<span class= No ratings yet. " />

Speciale Carnevale: CASTAGNOLE SENZA GLUTINE E LATTOSIO – Belli Freschi No ratings yet.

 

Il Carnevale è alle porte e già si stanno scatenando sul web tutte le migliori ricette e i migliori dolci dedicato a questo periodo.

Le castagnole, chiamate anche favette, hanno una storia molto antica. Già nel lontano 700, infatti, sono state trovate ricette di questo dolce carnevalesco, in una versione più light, cotte al forno.

Vengono chiamate anche struffoli di Carnevale e sono essenzialmente piccole palline di farina, zucchero, uova, burro e lievito, poi fritte in olio bollente.

Le più classiche, e anche le più conosciute, sono con una generosa spolverata di zucchero a velo, ma ne esistono anche altre versioni con ripieno di cioccolato, panna o crema.

Ma adesso vediamo nel dettaglio le castagnole della Belli Freschi.

Nome:

Castagnole senza glutine e senza lattosio

Marca:

Belli Freschi. Potete trovare questo prodotto e tantissimi altri sul loro sito http://Www.bellifreschi.it

Ingredienti:

Amido di mais, amido di riso, zucchero, fibre di semi psyllium, fibre di cicoria, guar, carbonato di calcio, uova pastorizzate, olio di girasole, latte di soia, zucchero e aromi, lievito di birra, sorbato di potassio, fritto in olio di semi.

Il parere di Fantasia Celiaca:

Faccio una premessa: pur essendo famose e conosciute in tutta Italia, non le avevo mai assaggiate, anche perché qui in Piemonte non vanno per la maggiore,

Quando ho aperto la confezione, ho provato subito ad assaggiarne una e, vi garantisco, ho fatto davvero mooooolta fatica a fare le foto: ho rischiato di fotografare il piatto vuoto, tanto erano buone 😂

Detto questo, le ho trovate con un impasto davvero molto ben lavorato e lievitato, dal sapore naturale (spesso, infatti, alcuni prodotti senza glutine hanno un antipatico retrogusto) e aromatico (di limone).

Sono stata davvero un’ottima scoperta e sono buonissime consumate fredde (una tira l’altra!), ma facendo le mie varie prove, le ho assaggiate anche tiepide, passate qualche secondo in microonde e poi spolverizzate con lo zucchero a velo e vi garantisco che sono una favola anche così.

Sono perfette anche per chi è intollerante al lattosio avendo sostituito il latte vaccino con il latte di soia.

Pur essendo un prodotto distribuito su larga scala, ha un sapore molto “casalingo”, come se le avessi preparate a casa!

Bella scoperta!

Voto finale: 9,5

 

Please rate this

MINI TORTINE CON CREMA PASTICCERA E FRAGOLE

MINI TORTINE CON CREMA PASTICCERA E FRAGOLE

 

Un ottimo dolce molto semplice da preparare che ho sempre amato fin da piccola, sia per la sua bontà che per i suoi colori accesi e solari.

Sono perfette in ogni occasione, ma io ve la propongo per poter passare un dolce San Valentino 💕

Potete prepararle facendo “tutto da zero”, compresa la pasta frolla, ma se siete di corsa come quest’anno lo sono io, potete usare le tortine vuote da farcire della ditta Senzaltro.

Prima di lasciarvi la ricetta, eccovi la recensione completa:

Nome:

Tartella dolce (scorza di pasta frolla da farcire a piacere)

Marca:

Senzaltro. Potete visitare il loro sito e acquistare i loro prodotti su http://Www.senzaltro.it

Ingredienti:

amido di mais, zucchero, farina di riso, strutto, uova intere, fecola di patate, fiocchi di patate, sciroppo di glucosio disidratato, agenti lievitanti, agar-agar, gomma di xantano, sale.

Il parere di Fantasia Celiaca:

Queste Tartelle di pasta frolla da farcire sono disponibili sia nella versione mignon che nella versione più grande.

Oltre ad essere senza glutine, sono anche senza lattosio, senza lievito, senza soia e senza OGM.

Pur essendo un prodotto già pronto e solo da farcire, le ho trovate molto valide, sia dal punto di vista dell’impatto che del sapore molto “naturale”.

Super consigliate e davvero molto comode se avete poco tempo ma volete comunque preparare un dolce sfizioso.

Voto finale: 9

Ed ora, veniamo alla ricetta:

Print Recipe
MINI TORTINE CON CREMA PASTICCERA E FRAGOLE
Un dolce goloso e colorato, capace di conquistarvi al primo assaggio 😍
Piatto dolci
Cucina Italian
Porzioni
Persone
Piatto dolci
Cucina Italian
Porzioni
Persone
Istruzioni
  1. Per la preparazione delle mini tortine, cominciamo dalla crema pasticcera. La ricetta la trovate qui: http://www.fantasiaceliaca.it/recipe/crema-pasticcera-senza-glutine-la-ricetta-perfetta/
  2. Nel frattempo che la crema si raffredda, pulire e lavare le fragole per poi tagliarle in 4: a metà e poi ancora a metà.
  3. Riempire le scorze di pasta frolla con la crema pasticcera e guarnire con le fragole. Se lo desiderate, prima di guarnire con la crema, potete aggiungere un pochino di marmellata di albicocche.
  4. Far riposare in frigo per un'oretta e servire.

TIRAMISU’ ALLA RICOTTA

TIRAMISU’ ALLA RICOTTA

 

Il tiramisù alla ricotta è la rivisitazione più light del classico dolce al cucchiaio amato davvero da tutti.

Con la gravidanza, ho dovuto eliminare alcuni alimenti, tra cui appunto il mascarpone, ma non volevo assolutamente rinunciare ad una piccola coccola dolce.

Sono sicura che vi conquisterà e vi piacerà almeno tanto quanto il classico tiramisù 🙂

Io vi propongo la versione monoporzione, velocissima da preparare, perfetta per una merenda golosa, ma potrete senza problemi cambiare le dosi per prepararne per tutta la famiglia.

Print Recipe
TIRAMISU' ALLA RICOTTA (monoporzione)
Un tiramisù light, rivisitato ma egualmente goloso!
Piatto dolci
Cucina Italian
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
persona
Ingredienti
Piatto dolci
Cucina Italian
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
persona
Ingredienti
Istruzioni
  1. Mescolare la ricotta con lo zucchero fino ad ottenere una crema ben amalgamata ed omogenea.
  2. In un bicchiere, disporre metà dei biscotti secchi sbriciolati grossolanamente ed imbevuti nel caffè.
  3. Aggiungere nel bicchiere la crema di ricotta, dopodiché ripetere l'operazione con i biscotti secchi imbevuti nel caffè e la ricotta.
  4. Finire con una bella spolverata di cacao amaro.
  5. Far riposare in frigo per circa mezz'ora per far compattare bene il tutto.

DOLCETTI AL COCCO E RICOTTA

DOLCETTI AL COCCO E RICOTTA

 

Sono sempre stata fan sfegatata del cocco, con il suo colore bianco candido e il suo sapore aromatico ed esotico.

Oggi vi propongo una versione fresca e ideale soprattutto per la stagione più calda che sta arrivando, perchè se fa troppo caldo per accendere il forno, noi prepariamo questi dolcetti in solo 10 minuti senza bisogno di forno.

Print Recipe
DOLCETTI AL COCCO E RICOTTA
Piatto dolci
Cucina Italian
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo Passivo 10 minuti in frigo
Porzioni
dolcetti
Ingredienti
Piatto dolci
Cucina Italian
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo Passivo 10 minuti in frigo
Porzioni
dolcetti
Ingredienti
Istruzioni
  1. Aggiungere il cocco rapé e continuare a mescolare per far legare bene tutti gli ingredienti.
  2. Con l'aiuto di un cucchiaino, prevalere un pò di composto e lavorarlo con le mani per dargli la classica forma rotonda.
  3. Passare le palline nel cocco rapé in modo da farlo aderire bene dappertutto.
  4. In un recipiente iniziate a lavorare la ricotta e lo zucchero fino ad ottenere un composto uniforme.
  5. Lasciare riposare i dolcetti in frigo per una decina di minuti, per lasciare che gli ingredienti si raffreddino e si addensino bene.
Recipe Notes

Conservazione:

Potrete conservare i vostri dolcetti al cocco per 2-3 giorni in frigo.

Vi lascio anche la video ricetta ⤵️⤵️

 

ZUPPA DI LENTICCHIE E PATATE

ZUPPA DI LENTICCHIE E PATATE

 

Probabilmente fra tutti i legumi, le lenticchie sono le mie preferite e adoro prepararle in diversi modi.

Oggi vi propongo la classica zuppa di di lenticchie impreziosita con delle patate, per rendere il tutto ancora più cremoso.

E’ un piatto unico, avendo la giusta quantità di proteine e di carboidrati e sono sicura che se amate le lenticchie almeno un quarto di quanto le amo io, vi piacerà davvero molto e non ne potrete più fare a meno.

 

Print Recipe
ZUPPA DI LENTICCHIE E PATATE
Un piatto unico, pieno di sapore! La zuppa di lenticchie e patate vi conquisterà per la sua bontà e la sua semplicità... perchè in fondo, sono proprio le cose semplici ad essere le più buone!
Istruzioni
  1. Fate soffriggere lo scalogno tagliato finemente in due cucchiai di olio extra vergine di oliva.
  2. Nel frattempo, lavare e tagliare a tocchetti le patate.
  3. Aggiungere al soffritto le patate e le lenticchie e sfumare con il vino bianco.
  4. Aggiungere il concentrato di pomodoro, l'alloro, il sale e coprire di acqua. L'alloro vi aiuterà a rendere le lenticchie più digeribili.
  5. Coprire con un coperchio e portare a cottura, girando di tanto in tanto.
  6. Servire caldo con un filo d'olio.

FETTE CROCCANTI AL MAIS GUFETTE – GUDO<span class= No ratings yet. " />

FETTE CROCCANTI AL MAIS GUFETTE – GUDO No ratings yet.

 

Con la celiachia, mi sono dovuta avvicinare sempre di più ai crackers o similari, cosa che prima di scoprire di essere celiachia, non degnavo neanche.

Nella mia carriera da celiaca, ne ho provati tanti, alcuni mi sono piaciuti molto, altri li ho trovati troppo fatui o troppo farinosi, risultando così fastidiosi.

Scopriamo insieme queste nuove fette croccanti, simil crackers:

Nome:

Gufette – fette croccanti al mais

Marca: 

Gudo – http://www.gudofree.it

Ingredienti:

Amido di patata, farina di mais 28%, semola di riso, olio di semi di girasole, farina di riso, fibre di canna da zucchero, sciroppo di zucchero invertito, lievito, amido di mais, emulsionante, sale iodato, destrosio, gomma di guar.

Può contenere TRACCE DI SEMI DI SESAMO E LATTE.

Il parare di Fantasia Celiaca:

Tra le tante fette croccanti senza glutine, devo dire che queste sono rientrate di diritto nella rosa delle mie preferite.

Pur avendo tra gli ingredienti il sale e l’olio di semi, non sono né salate né unte, quindi dal sapore molto neutro e piacevole.

Rispetto ad altre fette croccanti, non si sfarinano, ma in compenso, fate attenzione perchè sono davvero moooolto croccanti! 🙂

Sono davvero una tira l’altra e sono un ottimo accompagnamento a pietanze, apportando un ottimo sapore di farina di mais, che come potete vedere tra gli ingrediente, ha un ruolo importante.

Non è adatto però agli intolleranti al lattosio, in quanto potrebbe contenere tracce di latte.

Voto finale: 8,5

Please rate this

QUATTRO CHIACCHIERE CON… BELLI FRESCHI<span class= No ratings yet. " />

QUATTRO CHIACCHIERE CON… BELLI FRESCHI No ratings yet.

 

Ho avuto il piacere di conoscere la Sig.ra Anna Rita, della ditta Belli Freschi, qualche mese fa, scoprendo come avessimo tantissime cose in comune: anche lei, scoperta la celiachia, ha cercato di “tirare fuori il meglio” da questa intolleranza.

Proprio come me, Anna Rita è dotata di tanta tenacia, intuizione e passione e infatti, poco dopo nasce la ditta Belli Freschi, una ditta che ho scoperto con piacere essere totalmente al femminile.

Nata nel cuore della Romagna, dapprima in un piccolo laboratorio, ora il marchio è ben conosciuto in tutta Italia e non solo.

I loro prodotti sono infatti conosciuti anche oltre confine, esportando così la qualità e l’orgoglio dei prodotti tipici romagnoli, fino in Francia, Inghilterra, Est Europa e Arabia.

Geniale è stato poi l’incontro con Cristiana Donati, la “chef” della ditta, dapprima presente nelle migliori cucine romagnole, è stata capace di portare la sua ventata di innovazione e la sua bravura nei prodotti senza glutine.

Ho avuto il piacere di conoscerle e di intervistarle per voi. Sono sicura che alla fine dell’intervista ve ne sarete innamorati, come è capitato a me.

La cosa che mi ha colpito ed appassionato è vedere come una ditta di questo livello sia stata in grado di mantenere un ambiente familiare e genuino.

Quindi, cominciamo subito:

Prima di entrare nel vivo dell’intervista, mi piacerebbe sapere cosa c’è dietro Belli Freschi, la vostra storia, i vostri ideali e cosa vi ha spinto ad aprire un’azienda prettamente artigianale e senza glutine.

Quando l’azienda è nata, sul mercato c’erano molti meno prodotti senza glutine e  il cui gusto poi non era affatto soddisfacente, soprattutto non c’erano prodotti freschi! Da celiaca capivo questa difficoltà e ho pensato di dire la mia creando dei prodotti che non c’erano nella versione gluten free (piadine, crescioni e tigelle soprattutto).

Belli freschi è nata proprio per restituire a chi è affetto da celiachia il piacere della convivialità e della buona tavola, dando l’opportunità di poter mangiare di nuovo tante specialità della tradizione che altrimenti sarebbe difficile preparare

Rita, dalla tua breve presentazione, vedo che anche tu come me, hai scoperto la celiachia “da grande”. Hai qualche consiglio da dare a tutti coloro che si ritrovano costretti a cambiare il proprio stile alimentare?

Il consiglio che mi sento di dare è di non farsi spaventare dal cambiamento.

La disponibilità di prodotti glutenfree sul mercato è ormai molto ampia, molti locali pubblici sono attrezzati anche per venire incontro alle esigenze di questo tipo di problematica.

Può essere anche l’opportunità  per prestare più attenzione alla propria alimentazione e nutrirsi con una dieta più bilanciata.

Avete puntato tutto sull’artigianalità dei vostri prodotti senza glutine, dando ampio spazio ai prodotti tipici romagnoli: tra tutti i vostri prodotti, qual è il vostro “cavallo di battaglia”?

Sicuramente uno dei prodotti che ci ha reso più noti è la piadina (che produciamo nella versione tradizionale oppure senza latte) e i crescioni.

Abbiamo poi varcato i confini della Romagna per poter far gustare ai nostri clienti delle ottime tigelle che nulla hanno da invidiare a quello con glutine.

La gamma dei nostri prodotti è diventata poi talmente ampia e i prodotti talmente graditi da rendere difficile l’individuazione di un solo cavallo di battaglia.

La vostra clientela è confinata in Italia o siete riusciti a far conoscere le delizie della vostra regione anche ad altri Paesi? Se sì, dove?

Al momento non commercializziamo con l’estero ma tramite il nostro shopping on line abbiamo ricevuto ordini fin dalla Finlandia…l’eco della bontà di Belli freschi è arrivato lontano.

Perché un cliente dovrebbe preferire i vostri prodotti?

Credo per la cura con cui vengono scelte le materie prime, per la continua ricerca di miglioraci, per la scelta di ridurre al minimo l’utilizzo di conservanti e addensanti;

non ultimo per la praticità delle confezioni dei nostri prodotti che sono tutte microondabili e rendono la vita più facile al celiaco anche fuori casa evitando il rischio di contaminazioni.

Ho visto che avete anche uno shop online; quali sono le modalità di acquisto e quanto tempo dovrei aspettare la consegna?   Sul nostro shop on-line è presente l’intera gamma dei nostri prodotti.

Si può acquistare scegliendo di pagare in contrassegno o tramite Paypal e per ordini superiori ai 50 euro non si pagano spese di spedizione. La consegna avviene in tempi velocissimi, in genere 1-2 giorni dopo la ricezione dell’ordine.

Rita, essendo celiaca, presumo che ti occupi in prima persona del cosiddetto “controllo qualità”, assaggiando ed approvando per prima i prodotti che troviamo sul mercato.

Ovviamente i primi ad assaggiare i nostri prodotti siamo noi, sono molto apprezzati anche dai miei collaboratori “non celiaci” che spesso li promuovono con la frase “sono buoni come quelli con il glutine”….

Andiamo dietro le quinte della vostra produzione: vi posso definire artigiani del senza glutine o la vostra produzione è automatizzata?

Visti i numeri raggiunti dalla nostra produzione ci aiutiamo con macchinari sempre all’avanguardia soprattutto per quanto riguarda il confezionamento ma la maggior parte del lavoro viene ancora portato avanti artigianalmente dalle sapienti mani delle nostre ragazze.

C’è un prodotto in particolare a cui siete particolarmente affezionati?

Il prodotto top è la piadina…siamo nel cuore della romagna….e il suo sapore non è dato solo dai suoi ingredienti ma soprattuto dall’aria e dal sole! La piadina è nata qua!

Nel salutarci, c’è un messaggio che volete lasciare al cliente finale?

Mangiare senza glutine non è un problema; oggi se ne trova di tutti i tipi e di tantissime marche….

cerchiamo di mangiare cose buone, piu’ spesso possibile….non è detto che mangiare senza glutine debba essere una difficoltà….spesso i prodotti, soprattutto quelli artigianali, regalano morsi che non si dimenticano!!!

 

Vi invito, quindi, se non l’avete già fatto ad andare a dare un’occhiata al loro sito perchè solo a visitarlo vi verrà l’acquolina in bocca… 🙂 🙂

Please rate this

BACI DI DAMA (ricetta originale Piemontese) – Agluten<span class= No ratings yet. " />

BACI DI DAMA (ricetta originale Piemontese) – Agluten No ratings yet.

 

Baci di dama sono dei biscotti originari del Piemonte e hanno una storia molto antica, essendo nati originariamente più di un secolo fa.

Da allora, i baci di dama mantengono sempre la stessa forma, da dove tra l’altro, risiede l’origine del nome (due biscotti molto saporiti e friabili che si fondono in un dolce bacio al cioccolato fondente.

Ho trovato sugli scaffali questi biscotti dell’Agluten, una delle primissime aziende senza glutine, originari della Toscana, con una vasta scelta di prodotti, e ovviamente non ho potuto resistere 🙂

 

Nome:

Baci di dama – ricetta originale Piemontese

Marca:

Agluten – http://www.agluten.it

Ingredienti:

Biscotto 77%, zucchero, amido di riso, amido di mais, cioccolato al latte 13%, uovo intero, farina di mandorle, latte magro in polvere, farina di semi di carruba, addensanti, aroma, agenti lievitanti, farcitura al cioccolato fondente extra.

CONTIENE TRACCE DI SEMI DI SESAMO E LUPINO.

Il parere di FantasiaCeliaca:

Dalla classica ricetta piemontese, nascono questi fantastici biscotti.

Nonostante la confezione sia davvero misera (all’interno ce ne saranno 7/8), sono capaci di conquistare chiunque al primo morso. E’ un’esplosione di sapori uniti tra le mandorle e il cioccolato fondente.

Un equilibrio di sapori che non vi farà fermare ad un solo biscotto, con il rischio di finirvi la confezione nel giro di 10 minuti.

La ricetta classica del Piemonte prevede l’uso nell’impasto delle nocciole o delle mandorle; in questo caso sono state utilizzate le mandorle, anche se sinceramente preferisco prediligere prodotti tipici del Piemonte, come la famosa nocciola tonda IGP.

Quello che invece posso contestare è l’utilizzo degli innumerevoli ingredienti, quando se ne potrebbero utilizzare molti meno.

Voto finale: 8

 

Fatemi sapere se li avete già provati e se vi sono piaciuti 🙂

 

 

Please rate this

GNOCCHETTI TRICOLORE – Primaly<span class= No ratings yet. " />

GNOCCHETTI TRICOLORE – Primaly No ratings yet.

 

Ho provato questi gnocchetti tricolore per il loro bellissimo colore.

La ditta Primaly è oltretutto un’azienda che è comparsa solo da qualche mese sugli scaffali della mia città ed ero molto curiosa di provare un prodotto nuovo per potervelo raccontare 🙂

Nome:

Gnocchetti tricolore

Marca:

Primaly

Ingredienti:

Purea di patate (acqua, fiocchi di patate e fecola di patate), spinaci disidratati 1%, bietola disidratata 1% e pomodoro disidratato 0,7%, sale, aromi naturali, spolvero di farina di riso, correttore acidità E270, conservante E200.

Il Parere di FantasiaCeliaca:

Questi gnocchetti sono piccole perle di patate, spinaci e pomodoro. Amo particolarmente i primi piatti tricolore perché sono capaci di portare in tavola tanto colore ed allegria.

Non ho sentito molto la differenza di sapore tra i diversi gnocchetti di diverso colore, ma nel complesso mi sono piaciuti molto.

Ottimi anche e soprattutto con condimenti semplici come burro e salvia per poter apprezzarne ancora meglio il sapore.

Voto finale: 7,5

Please rate this

MARMELLATA EXTRA DI MANDARINI – Zabbara<span class= No ratings yet. " />

MARMELLATA EXTRA DI MANDARINI – Zabbara No ratings yet.

 

Tra i vari prodotti senza glutine che ho avuto il piacere di provare in questo periodo, c’è anche questa marmellata extra di mandarini della ditta Zabbara.

Questa ditta porta con sé una lunga tradizione e una vasta gamma di prodotti siciliani, per poter viaggiare con la mente, ogniqualvolta si assapora un loro prodotto.

Nome:

Marmellata extra di mandarini

Marca:

Zabbara – eccellenze siciliane

Ingredienti:

Mandarini con bucce, zucchero, pectina, acido ascorbico. Frutta 59%

Il Parere di FantasiaCeliaca:

un prodotto tipico made in Sicily; la cosa che più mi ha catturato è stato il suo profumo.

Già dal suo profumo, infatti, si sente tutta l’atmosfera siciliana che viene ben presto confermata ancor di più al primo assaggio.

Avendo utilizzato mandarini con le bucce, rende il sapore prepotentemente intenso.

Personalmente, non amo molto la confettura di agrumi in generale, ma questa l’ho da subito apprezzata perchè molto ben equilibrata, essendo non troppo dolce ma neanche troppo acidula.

Un ottimo prodotto di Sicilia, dal sapore piacevole e fresco.

E’ un prodotto SENZA GLUTINE, SENZA LATTE E DERIVATI, SENZA UOVA E SENZA COLORANTI E CONSERVANTI.

Voto finale: 8

Please rate this